filo-interdentale

Filo interdentale: come usarlo?

Il filo interdentale è un filo sottile fatto di nylon o plastica che elimina gli alimenti e la placca dentale depositata tra i denti e aiuta a prevenire le problematiche relative alle gengive.
Con lo spazzolino infatti si raggiungono e si puliscono solamente tre delle cinque superfici dei denti. Le zone in cui lo spazzolino non può arrivare sono proprio i punti sensibili dove si sviluppano le malattie parodontali. Per questo motivo è importante pulire in profondità ogni spazio interdentale.


Il filo interdentale è un filo sottile fatto di nylon o plastica che elimina gli alimenti e la placca dentale depositata tra i denti e aiuta a prevenire le problematiche relative alle gengive.
Con lo spazzolino infatti si raggiungono e si puliscono solamente tre delle cinque superfici dei denti. Le zone in cui lo spazzolino non può arrivare sono proprio i punti sensibili dove si sviluppano le malattie parodontali. Per questo motivo è importante pulire in profondità ogni spazio interdentale.
Nella placca dentale si accumulano batteri che possono irritare le gengive, causare infiammazioni e sanguinamento. Per evitare queste problematiche, ti consigliamo di completare la tua igiene orale con il filo interdentale, soprattutto quando ti lavi i denti prima di andare a dormire.
Se usi il filo interdentale in modo inadeguato puoi danneggiare le gengive. Per questo ti raccomandiamo un utilizzo corretto seguendo le seguanti indicazioni:

  • Tagliare un segmento di filo interdentale di 45 centimetri circa. Avvolgere le estremità del filo attorno al dito medio di entrambe le mani.
  • Afferrare il filo con i pollici e gli indici e premerlo delicatamente nella fessura interdentale.
  • Il filo deve “abbracciare” il dente formando una C e lo si deve far scivolare appena sotto il margine gengivale.