apparecchio-dentale

Apparecchio dentale per gli adulti?

Tutti, anche gli adulti possono riallineare i propri denti grazie a degli apparecchi dentali utili a correggere le malocclusioni (quando le due arcate dentarie non combaciano tra loro) proprio per questo, infatti, esiste l’ortodonzia.

Chi non vorrebbe dei denti esteticamente belli? E’ altrettanto importante però curare anche l’aspetto funzionale.

Di solito le malocclusioni vengono diagnosticate durante la seconda infanzia o in età adolescenziale, quando, invece, vengono diagnosticate in età adulta, possono essere trattate in diversi modi.

Nonostante sia più facile correggere la malocclusione in età di sviluppo proprio perché le ossa sono in fase di sviluppo, è possibile trattarla anche in pazienti adulti, utilizzando altri tipi di trattamenti.

 

Non esiste un solo tipo di trattamento ma può variare da individuo a individuo in base alle sue caratteristiche. I fattori da tenere in considerazione sono: la gravità del caso, eventuali carie e la morfologia facciale. Prima di procedere al trattamento ortodontico, si eseguono una serie di esami che possono essere: le lastre del cranio, modelli in gesso delle arcate dentarie, e fotografie sia del volto che dei denti questi esami sono importanti per la scelta della tipologia di trattamento da seguire. Con la radiografia del cranio si possono evidenziare anche altre malattie che possono riguardare i denti e le gengive, come la malattia paradontale, una cisti nel cavo orale, eventuali fratture.

 

Come accorgersi se abbiamo problemi di malocclusione?

Ci accorgiamo di avere problemi di malocclusione quando ci alziamo dal letto con il mal di testa, quando abbiamo difficoltà ad aprire la bocca, quando una persona non riesce a masticare indifferentemente dal lato destro e dal lato sinistro. Quando sentiamo uno scatto, una sorta di “clic” durante la masticazione, quella è un’avvisaglia, ma non è di per se stesso un problema. Se si associa ad altri sintomi, invece, deve essere oggetto di indagine.